Non e’ vero che il legno …
Ma il legno, questo materiale deformabile lucidabile graffiabile ma affabile lo vogliamo amare e non temere? Amiamo e sogniamo il parquet e pensiamo che sia un materiale per chi ha tempo, per chi non ha figli ne gatti ne cani. Perchè si segna perchè se cade qualcosa si ammacca o magari si macchia definitivamente. E se si rompe una tubazione? E chissa’ quanto costa…lo metto solo nelle camere perche ci vado di sera scalza…non e’ vero che il legno e’….il Legno e’ semplicemente vero!
Alla base di tutte le considerazioni c’è la cura per le cose e la cura per la casa . Il parquet e’ un materiale vivo, irregolare, opaco, e musicale… Lui parla quando ci cammini sopra, flotta leggermente, scalda il tuo cammino fino all’anima … quando lo vivi per anni dentro la tua casa. Lui invecchia con te … come la bellezza del tempo degli alberi… sempre meno lisci sempre più rugosi ma sempre più articolati e maestosi. Cosi è lui il parquet. L’abbiamo pettinato per anni e lo abbiamo lucidato alla ricerca di una naturalità che era totalmente artificiale quasi POP, perchè riportare tutto alla nostra normale conoscenza è piu facile…sembra ceramica cosi e … lucido eì pulito. Oggi gli stiamo chiedendo scusa. Lo accettiamo, a grandi listoni nodosi e un po’ ruvidi… Lo trattiamo a cera naturale per non costruire riflessi inutili… ne pettiniamo i nodi le rughe e giochiamo con lui e prendiamo di lui il profilo migliore. Ce lo possiamo permettere perchè lui non si spezza, non si raffredda e sta bene con tutto come un “abito blu” (cit.).

Buona scelta!

Arch. Silvia Baroni